PROGETTO PIRP | Prevenzione Insufficienza Renale Progressiva

Il progetto PIRP, iniziato ufficialmente nel 2004, coinvolge tutte le Unità di Nefrologia della regione Emilia Romagna, con l’obiettivo di far fronte all’aumento di diffusione della malattia renale cronica (MRC) conseguente all’invecchiamento della popolazione generale e all’aumento della aspettativa di vita.

In fase di start-up, si è provveduto a formare ed informare i medici di medicina generale riguardo all’identificazione delle persone a rischio di MRC e all’implementazione di strategie di intervento efficaci nel prevenire o ritardare la progressione della MRC. In una seconda fase, sono stati instituiti nelle Unità di Nefrologia degli Ospedali dell’Emilia-Romagna ambulatori dedicati, atti a fornire una valutazione specialistica e un’assistenza personalizzata ai pazienti con MRC. Il protocollo del progetto definisce le caratteristiche dei pazienti che, dopo una diagnosi di malattia dal punto di vista eziologico, possono essere re-inviati ai MMG, quelli che devono essere seguiti nelle UO nefrologiche ospedaliere oppure quelli che possono essere seguiti in cogestione

La coorte PIRP, inclusa nel relativo registro informatizzato, è in assoluto la più grande in Europa, rappresentando di fatto un modello ideale per i registri nazionali e per eventuali studi basati su confronti internazionali.

Con la Delibera Regionale 696 del 14/05/2018 la struttura del Percorso Prevenzione Insufficienza Renale Progressiva è stata ufficializzata, istituendo nel contempo un Comitato Tecnico Scientifico con il compito di formulare proposte alla Giunta Regionale per l’implementazione e lo sviluppo del Percorso PIRP stesso.

 

Per saperne di più:

  • Sfide e risultati del progetto PIRP (Prevenzione della Insufficienza Renale Progressiva) della Regione Emilia-Romagna (LINK)
  • PREVENZIONE INSUFFICIENZA RENALE PROGRESSIVA (PROGETTO PIRP) Raccomandazioni per un percorso di gestione condivisa fra i medici di medicina generale e lo specialista nefrologo (LINK)
  • Relazione attività anno 2018 (LINK)